PUBBLICAZIONI

LA GNOSEOLOGIA DI MARSILIO FICINO. Conoscere attraverso la creatività dell’«imaginatio-phantasia»

https://www.edizionisolfanelli.it/lagnoseologiadimarsilioficino.htm?fbclid=IwAR1bD7MpyoOfXEJBXl0iAgfANqX24fmF1DWLIOJm2jLVJRxE887zNTGb83A

L’immaginazione e la fantasia svolgono una funzione importante nel processo conoscitivo o semplicemente ci trasportano in un mondo inesistente, parallelo a quello reale e, probabilmente, di gran lunga migliore?

“La fantasia è un posto dove ci piove dentro” scriveva Italo Calvino in Lezioni americane e in riferimento alla Divina Commedia.

Dopo Dante, la fantasia (e/o immaginazione) diventa un tassello nel processo conoscitivo. Infatti, l’Umanista fiorentino Marsilio Ficino (ri)elaborarà la teoria della conoscenza sensibile, asserendo che la phantasia è molto di più che una mera chiave d’accesso al mondo del fantastico.

Molto recentemente, l’INIsmo – movimento artistico d’avanguardia, nato al Café Flore di Parigi il 3 gennaio 1980 in presenza di Gabriel-Aldo Bertozzi – incoraggia ad utilizzare tale facoltà che presiede alla rappresentazione, per “trasformare l’arte del fare in arte della vita”.

© Antonietta Florio